I Pearl Jam contro la legge anti Lgbt del North Carolina

n-PEARL-JAM-large570

Per protestare contro la nuova legge del Nord Carolina sui diritti dei Lgbt, le persone lesbiche, gay, bisessuali e transessuali, i Pearl Jam Hanno cancellato il concerto, previsto nello Stato, del 20 aprile. La legge è conosciuta anche con la sigla HB2 e mira a contrastare l’uso dei bagni pubblici da parte dei transgender.

In un comunicato scritto a mano sulla sua pagina ufficiale, la band di Seattle definisce la legge “deprecabile perché incoraggia la discriminazione contro un gruppo di cittadini americani”.

 

I Pearl Jam non sono gli unici a protestare. Si sono uniti, infatti, a altre ‘stelle’ come Ringo Starr, Bryan Adams, Bruce Springsteen. Anche il Cirque du Soleil si è scagliato contro il Nord Carolina.

La band assicura anche il finanziamento di gruppi locali per contrastare l’applicazione della legge.

Fonte: L’Huffington Post

Contenuti correlati

Presentata la candidatura di Roma per il World Pride 2025

Il Circolo di Cultura Omosessuale Mario Mieli, storica associazione  lgbtqi italiana, ha presentato la candidatura per tenere il World Pride del 2025nella città di Roma. L’Associazione, organizzatrice dei più grandi eventi lgbtqi

Orlando, strage al club gay: 50 morti

Rivendicazione dell’Isis. E’ il massacro peggiore della storia Usa. Killer era seguito da Fbi Dell’inviata Serena Di Ronza ROMA 13 giugno 201610:38 FOTO La strage di Orlando © ANSA Una

UK, 1 transessuale su 3 si è licenziato a causa della discriminazione

Uno studio britannico sottolinea che ad oggi circa il 60% delle persone transgender è stato vittima di discriminazione sul posto di lavoro.